Flycatcher’s Syndrome

Nel Cavalier King Charles Spaniel può presentarsi un disturbo ereditario che prende il nome di “sindrome delle farfalle”.

Non è ancora stato chiarito se si tratta di un disturbo connesso a una parziale crisi epilettica o si tratti di un disturbo compulsivo.

Il Cavalier colpito da Flycatcher’s sembra guardare un immaginario volo di mosche cercando di prenderle al volo con la bocca. Alcuni cani possono inseguire ossessivamente la coda o grattarsi le orecchie e mordersi le  zampe in modo compulsivo. Gli episodi possono durare diverse ore, e in casi gravi, costantemente.  La sindrome potrebbe anche essere un sintomo di siringomielia , un grave disturbo neurologico che si può riscontrare in questa razza. 

Nella diagnosi si va per esclusione, accertandosi per prima cosa che non si tratti di un disturbo comportamentale.

E’ molto utile filmare il cane durante la crisi per poi far visionare il video al veterinario.

Successivamente una risonanza magnetica (RM)  o una tomografia assiale computerizzata (TAC) saranno utili per indagare la presenza di masse cerebrali (tumori)  o raccolte di liquido (idrocefalo) come nel caso della Siringomielia; un elettroencefalogramma (EEG),valuterà l’attività cerebrale.

La ricerca…

Alcuni ricercatori hanno suggerito che la “cattura delle mosche” nei Cavalier potrebbe essere associata a un altro disturbo unico della razza, chiamato trombocitopenia asintomatica idiopatica, un numero anormalmente basso di piastrine nel sangue. Drs. Jens Häggström e Clarence Kvart della Svezia hanno osservato in un breve articolo del 1997 che gli eventi tromboembolici nella circolazione cerebrale del sangue possono essere coinvolti nella cattura delle mosche. 

In uno studio del novembre 2012 , un team di ricercatori canadesi ha studiato sette cani che “mordono le mosche” – tra cui due Cavalier King Charles Spaniel – e hanno scoperto che soffrivano di disturbi gastrointestinali, tra cui infiltrazione eosinofila e linfoplasmatica dello stomaco e dell’intestino tenue, ritardato svuotamento gastrico e reflusso gastroeosofageo. In questo studio, i ricercatori hanno trattato le malattie gastrointestinali (GI) e hanno osservato la completa risoluzione del morso di mosca in cinque dei sette cani, incluso un Cavalier King.   I ricercatori hanno concluso che:”Il comportamento del morso di mosca può essere causato da un disturbo medico di base, la malattia GI è il più comune. La risoluzione di questo comportamento è possibile con la cura delle condizioni mediche di base.”

I Cavalier King che hanno avuto attacchi epilettici non devono essere fatti riprodurre e nemmeno i loro genitori e fratelli.

Liberamente tratto da:
http://www.cavalierhealth.org/flycatchers.htm


SU DI ME

Ciao, mi chiamo Cristina, farmacista, ma da anni dedico ogni istante del mio tempo libero a studiare questa dolcissima razza.
Ringrazio Francesco Di Pietro, proprietario dell’allevamento Domus Aventina, per aver avuto fiducia in me, per avermi affidato 3 meravigliosi Cavalier King e per i tanti insegnamenti che mi ha dato in questi anni, insegnamenti che sono stati la base sulla quale si è sviluppata la passione per questa razza meravigliosa.


Ti potrebbero interessare

Ultimi articoli

  • Riconoscere la Dermatite
    Test per cani con dermatite da stampare e portare al veterinario
  • Malassezia: infezioni nel cane
    Infezione da Malassezia nel cane: cause, sintomi, fattori che la favoriscono, localizzazione, diagnosi, prevenzione.
  • La Processionaria
    Riconoscere la processionaria per evitarla. Sintomi da contatto. Come limitare i danni.Ciclo biologico. Normativa.
  • La Regina Vittoria e Dash
    Il film “The Young Victoria” produttore Martin Scorsese, prima uscita nel Regno Unito il 6 Marzo 2009, interpretato da Sarah Ferguson, Emily Blunt e Rupert Friend, ha riacceso l’interesse per la regina Vittoria (1819-1901) la più lunga monarchia della Gran Bretagna. “The Young Victoria”, come suggerisce il titolo, racconta la storia della regina Vittoria nella …

    Leggi tutto La Regina Vittoria e Dash

  • Integratori alimentari per la salute del mantello
    La salute del pelo, la muta stagionale e l’uso di integratori alimentari. Struttura e caratteristiche del mantello. Lievito di birra Biotina Acidi Grassi Polinsaturi Olio di semi di lino Olio di Borragine Olio di ribes nero Quale integratore scegliere?