Genetica dei colori del mantello del CKCS

Per spiegare la genetica dei colori del mantello del Cavalier King Charles Spaniel fissati nello standard di razza, iniziamo a descrivere nel dettaglio le quattro varianti di colore riconosciute.

Genetica dei colori  del mantello del CKCS: i quattro colori.

Black and Tan: nero corvino con focature sopra gli occhi, sulle guance, nella parte interna degli orecchi, sul petto e arti e la parte inferiore della coda. Il color fuoco deve essere brillante.
Macchie bianche indesiderabili.


Blenheim: macchie castano intenso ben separate su sfondo bianco perla equamente divise sulla testa, lasciando lo spazio fra gli orecchi per una macchia a losanga molto apprezzata (caratteristica unica della razza).


Ruby: Di colore rosso intenso. Macchie bianche non desiderabili.



Tricolore:  nero e bianco ben distribuiti, divisi, con focature sugli occhi, guance, interno degli orecchi e delle gambe, e sulla parte inferiore della coda.


DA DOVE DERIVANO I COLORI?

Nei cani, i colori del manto derivano dalla melanina, un pigmento biologico scuro che troviamo nel pelo e nella pelle.
Esiste in 2 forme:

  • EUMELANINA conferisce la colorazione scura, può variare leggermente nel colore attraverso variazioni dei pigmenti. La forma base è di colore nero.
  • FAOMELANINA conferisce ai cavalier il caratteristico colore (ruby and Blenheim)

Il tipo e la distribuzione del colore del manto sono determinati dai geni del cane. Ci sono almeno due, forse addirittura quattro serie di geni che determinano in quale parte del manto si trovano i 2 tipi di melanina.

COS’E’ UN GENE?

I geni fanno parte del DNA e sono responsabili della trasmissione ereditaria dei caratteri. L’espressione visibile di alcuni caratteri, ad esempio il colore del manto, è detta Fenotipo. Il Genotipo è la reale composizione genetica del singolo cane e può essere diverso dal fenotipo, sebbene in alcuni casi il genotipo coincida col fenotipo.

Ogni gene occupa un posto specifico su uno specifico cromosoma; questa posizione è nota come il suo locus. Individuato il locus di un gene, esso può essere isolato e studiato per scoprire la sua funzione.

I geni possono essere dominanti o recessivi.

  • I geni dominanti sono forti: la loro funzionalità prevale su qualsiasi gene recessivo in cui uno di ogni tipo appare insieme, quindi un solo gene dominante è necessario per visualizzare la sua particolare caratteristica.
  • I geni recessivi sono deboli e quindi devono esistere a coppie per mostrare la loro particolare caratteristica.

Su molti geni sono presenti delle variazioni riguardanti il gene stesso, ( alleli ) e possono manifestarsi sia sui geni dominanti che su quelli recessivi.

Convenzionalmente geni e alleli si indicano in questa maniera:

  • Un gene dominante si indica con: A
  • Un gene recessivo si indica con: a
  • Una variazione di un dato gene, cioè un allele, si indica con: at

GENI RIGUARDANTI IL COLORE:

Nei cani i geni determinanti il colore del manto e delle macchiature sono generalmente conosciuti come:

  • A (agouti): (A locus – 5 alleli)
  • B (brown): (B,b)
  • C (albino series): (C locus- 5 alleli)
  • D (blue dilution): (D,d)
  • E (extension): (E locus – 4 alleli)
  • G (graying): (G,g)
  • M (merle): (M,m)
  • S (white spotting): (S locus – 4 alleli)
  • T (ticking): (T,t)

Nei cavalier la seguente serie di geni è responsabile dei 4 diversi tipi di colore del manto e delle macchiature:

  • A, Agouti. Questa serie riguarda la distribuzione della melanina, e determina la quantità e il posizionamento di pigmento scuro e chiaro, sia per i singoli fili di pelo sia per il manto nel complesso. Contiene 4 alleli (forme differenti del gene), ognuno dei quali è coinvolto in:
  • at, che produce il nero, con focature sul muso, sugli occhi, sul petto,sulle zampe e sotto la coda. Questo determina il patterning nel nostro Black and Tan e insieme a sp i nostri Cavalier Tricolore..
  • E, la serie di estensione che determina il modello della pigmentazione nel pelo (cioè l’estensione o la restrizione di eumelanina). Di questa serie siamo interessati a :
  1. E estensione normale
  2. e restrizione (recessive red), che ignora qualunque gene è presente sul locus A (agouti) per la produzione di un cane che mostra solo pigmento feomelanina sul manto. La pelle e il colore degli occhi mostrano eumelanina apparentemente normale (nero), anche se alcuni cani ee sembrano mostrare ridotto pigmenti sul naso, soprattutto d’inverno (neve / naso “Dudley”.)
  • S, determina la presenza dello spot bianco, è coivolto nella distribuzione o nella mancanza di macchie bianche sul manto. Ci sono alleli per il colore solido e per quello pezzato/”rotto”. Di questo siamo interessati a :
  1. S, colore solido. E’ l’allele normale del manto colorato senza macchiature bianche. Un cane SS può essere del tutto privo di bianco, ma può anche avere piccole macchie bianche ( le dita dei piedi bianchi ), la punta della coda bianca o una stella o una striscia bianca sul petto. Questo può dare luogo a episodi di marcatura nei nostri Ruby e nei Black and Tan.
  2. sp, pezzato. Questo causa la “rottura del manto” nei blenheim e nei tricolori.
  • B, i geni della serie brown sono presenti in tutti i cavalier
  • Un altro gene che può essere di interesse è il T ( il “gene ticchettio”), che occasionalmente può manifestarsi nella sua forma dominante.

COME SI EREDITANO I COLORI?

Un cucciolo eredita due geni per ogni colore ( uno da ogni genitore ) e due geni pattern ( uno da ogni genitore ).
A seconda del loro colore, i genitori possono trasmettere alcune combinazioni di geni, ma non potranno mai trasmettere geni responsabili del colore che non hanno nel loro patrimonio genetico.
La combinazione di questi geni ereditati stabilirà se il cucciolo sarà black & than, tricolore, ruby, o blenheim:

  • I due geni del colore (E ed e) stabiliranno se il mantello sarà nero (E) o rosso (e)
  • I due geni del modello (S e SP) decideranno se sarà solido colorato (S) o pezzato / multicolore (sp)

I geni dominanti (identificati da lettere maiuscole) sono più forti dei geni recessivi (lettere minuscole)

  • Per avere un manto nero, un cucciolo deve ereditare una gene nero del colore E, non importa quale sarà l’altro gene della coppia e, si potranno avere così due neri (EE), o un nero e un rossastro (Ee), dove il nero prevale sul rossastro
  • Per avere un manto rossastro, deve ereditare due geni del colore rossastro debole ee
  • Per avere un colore uniforme del manto, deve ereditare uno gene solido del pattern S, si potrebbe avere così due solidi (SS) o un solido e un pezzato (pluricolore) (SSP). Per avere un manto pezzato/multicolore deve ereditare due geni deboli del modello SPSP.

Ora possiamo usare queste combinazioni per avere i quattro colori del manto dei cavalier:

Blenheim: è una combinazione di un manto rossastro ee e un pattern di colore SPSP. Il nostro cucciolo potrà solo avere la combinazione atateespsp. Deve avere due geni per il rossastro e due per pezzato / pluricolore, come spiegato sopra, le altre opzioni non sono possibili.

Ruby: è una combinazione di un manto rossastro ee e un modello di colore a tinta unita che può essere SS o Ssp. Quindi, un cucciolo Ruby può essere di due tipi, a seconda di quale combinazione del pattern di geni solido di colore riceve: così può essere sia atateeSsp o atateeSS, ma in entrambi i casi avrà sempre lo stesso tipo di manto!

Tricolore: è una combinazione di un manto nero, che può essere sia EE o Ee, e un pezzato / multiicolore SPSP.
A seconda della combinazione dei geni colore nero del manto che riceve: può essere sia atatEEspsp o atatEespsp ma anche lui in entrambi i casi avrà sempre lo stesso manto!

Black and Tan: è una combinazione di colore del manto nero col pattern di colore solido. Il nostro cucciolo Black and Tan è il più complicato riguardo la possibilità di combinazione genica: perché ha geni dominanti per entrambi i colori del manto e si possono avere quattro possibili varianti! Il suo manto nero può venire da due geni, EE o Ee, e il suo pattern di geni per il manto solido può essere SS o Ssp. Così questo piccolo cucciolo può essere atatEESS, atatEESsp,atatEeSS o atatEeSsp. E ancora una volta non si è in grado di capire da quale combinazione di geni deriva il colore del suo manto.

Utilizzate la tabella qui sotto per trovare i possibili colori che ci si potrebbe aspettare di vedere da un accoppiamento. Non otterrete necessariamente tutti questi colori, in quanto dipende interamente dai geni che ogni genitore passa effettivamente al proprio cucciolo!
L’unica garanzia è per i colori che non sarà possibile ottenere!

Si può fare riferimento sia alla combinazioni di geni o usare i colori per scegliere i genitori dalla tabella.
Con i blenheim ciò che vedi è quello che ottieni, hanno tutti il carattere recessivo (debole) per il colore e la macchiatura e hanno ereditato solo una delle possibili combinazioni geniche. Tutti gli altri Cavaliers possono averne di più e dato che le differenze non sono visibili nei loro manti, potrebbe essere necessario utilizzare altri metodi per determinare quello che effettivamente sono.

Scegli un genitore dalla colonna in alto e da quella sul lato sinistro,
scendi dalla colonna in alto fino ad intersecare con il genitore che si è scelto sulla colonna del lato sinistro, otterrai così tutte le possibili colorazioni del manto derivanti da quel tipo di accoppiamento!

Tabella dei colori derivanti dai vari accoppiamenti delle quattro varietà di colore del CKCS
Tabella dei colori derivanti dai vari accoppiamenti delle quattro varietà di colore del CKCS

Traduzione di Salvatore Venditti


Ti potrebbero interessare